Autotrasporto: verifica della regolarità delle imprese di trasporto su strada di merci in conto terzi

Logistica, infrastrutture e trasporti

Informiamo le Aziende associate che con l’allegata circolare del 27 settembre 2021 della Direzione generale per il trasporto di persone e merci, di concerto con il Comitato centrale dell’Albo nazionale dell’autotrasporto, è stata data notizia di una cooperazione applicativa sottoscritta con Infocamere, per la rilevazione delle imprese di autotrasporto cancellate dal REN.

Come noto, la Legge di stabilità 2014 - che ha modificato con integrazione il D.Lvo n.284/2005 – ha incrementato le competenze del Comitato centrale dell’Albo in materia di controllo dei requisiti dell’accesso alla professione e di svolgimento economico dell’attività
delle imprese di autotrasporto.

Anche per l’anno 2021, è stata attivata la cooperazione applicativa con Infocamere, società informativa di gestione del Registro delle imprese tenuto dalle CCIAA, che consente tra l’altro di procedere ad interrogazioni massive in tempo reale per la verifica della vigenza
delle imprese iscritte.

Nel marzo scorso una verifica effettuata su 100.828 imprese, ha rivelato che ben 2.152 imprese risultano cancellate/cessate dal registro delle imprese.

Circa l’avvio del procedimento di cancellazione, stante l’intervenuta inesistenza giuridica dei destinatari, la circolare ammette le difficoltà legate all’impossibile attività di notifica tramite ufficio postale per la singola impresa – che peraltro avrebbe dei costi ingiustificati alla
luce dei provvedimenti di riduzione della spesa pubblica – ovvero tramite PEC, in assenza del soggetto giuridico ricevente la notifica telematica.

La Legge n.241/1990 sulla trasparenza degli atti amministrativi, consente forme di pubblicità idonee per raggiungere lo scopo, in special modo allorchè si tratti di un procedimento amministrativo di medesimo contenuto e diretto ad una vasta platea di destinatari.

La circolare arriva pertanto alla conclusione che sul portale dell’Albo nazionale degli autotrasportatori e sui siti degli uffici MOT o di quelli degli Enti delle Regioni e Province autonome la pubblicazione della comunicazione di avvio del procedimento per un congruo periodo di tempo - stabilito in 15 giorni – consente la diffusione della notizia delle procedure avviate dall’ufficio e costituisca di conseguenza valida ed efficace modalità di comunicazione.

Ciò consente inoltre una notevole riduzione dei tempi del procedimento, con un beneficio dell’intero sistema che può contare su un più celere aggiornamento dei dati relativi alle imprese iscritte.

Per tutte le tipologie di impresa commerciali e non, la perdita del requisito di iscrizione al Registro delle imprese della CCIAA fa venire quindi meno la capacità giuridica d’agire e la conseguente possibilità di esercitare l’attività d’impresa.

La cancellazione dal Registro delle imprese determina effetti conseguenti anche sull’iscrizione all’Albo degli autotrasportatori, e di conseguenza anche sull’iscrizione al REN delle imprese stesse, determinandone la cancellazione da entrambi. Gli uffici provinciali della Motorizzazioni e degli Enti territorialmente competenti, adotteranno pertanto i relativi provvedimenti di cancellazione senza il contraddittorio con l’impresa interessata, per i motivi sopra evidenziati.

La circolare fornisce pertanto a tali uffici gli schemi di avvio del procedimento e quello per la cancellazione, nonché gli elenchi di rispettiva competenza, per i necessari adempimenti. Sarà la sede centrale dell’Albo e del REN ad intervenire al posto degli uffici provinciali
– al fine di sgravarli da tale incombenza - per dare esecuzione ai provvedimenti di cancellazione dal sistema informatico, una volta esperiti i termini per eventuali reclami che dovessero intervenire a seguito della pubblicazione della notizia sui rispettivi siti istituzionali.

Circolare MIMS 27.9.2021.pdf


05 ottobre 2021

Condividi