Carta Qualificazione Conducente (CQC) – Modifiche al Decreto 20 settembre 2013 in materia di esami per il conseguimento della carta di qualificazione del conducente (Decreto MIT 5 luglio 2019)

Logistica, infrastrutture e trasporti

Informiamo le Aziende associate che sulla G.U. n.195 del 21 agosto 2019 è stato pubblicato il Decreto MIT 5 luglio 2019 - allegato alla presente - in materia di esami per il conseguimento della CQC, con il quale è stato modificato l’art.11 del Decreto 20 settembre 2013.

In particolare, al fine di rendere la procedura più razionale e semplificata e di consentire una migliore programmazione delle sedute d’esame da parte degli uffici UMC, è stato stabilito che:

  • la prova d’esame si svolge tramite questionario estratto dal database del MIT, sulla base di casualità;
  • il candidato deve rispondere a 70 quesiti, in un tempo massimo di 90 minuti, e sono ammessi al massimo 7 errori;
  • il titolare di CQC trasporto di cose che intende conseguire anche la qualificazione per il trasporto persone, sostiene l’esame con 30 quesiti entro 40 minuti, con al massimo 3 errori; una analoga procedura è prevista per il titolari di CQC trasporto persone che voglia conseguire la qualificazione per il trasporto di cose;
  • il titolare di attestato di idoneità professionale per l’accesso alla professione di autotrasportatore che intende conseguire la qualificazione professionale relativa al medesimo settore (cose o persone) sostiene un esame con 40 quesiti, disponendo di 50 minuti e con un massimo di 4 errori;
  • il titolare di attestato di idoneità professionale per l’accesso alla professione che ha frequentato un corso di qualificazione, consegue la CQC per mera esibizione dell’attestato di frequenza del corso stesso all’UMC;
  • la richiesta d’esame deve essere presentata agli uffici UMC entro la validità di 12 mesi dell’attestato di frequenza del corso CQC che ha seguito;
  • in caso di esito positivo dell’esame, al conducente viene rilasciato un duplicato della patente in cui è riportato il “codice 95” con l’indicazione del giorno, mese ed anno di scadenza della qualificazione;
  • il conducente titolare di autorizzazione ad esercitarsi alla guida per il conseguimento di patente professionale (C, CE, D, DE) è rilasciato un CAP comprovante il conseguimento della carta di qualificazione del conducente; al superamento dell’esame, al conducente viene rilasciata una patente con il codice unionale 95, con l’indicazione del giorno, mese ed anno di scadenza della validità della CQC;
  • in caso di esito negativo, una nuova prova d’esame può essere sostenuta non prima di 30 gg. dalla precedente;
  • il cittadino non-UE o non-SEE esibisce il documento di soggiorno alla prova d’esame.

Le disposizioni del presente decreto si applicano trascorsi 90 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta.

Decreto MIT 5 luglio 2019.pdf


29 agosto 2019

Condividi