Imballaggi in fascia B2 e C

Rimodulato il contributo ambientale Conai

Per il 2020 il CONAI ha provveduto ad aggiornare le fasce contributive degli imballaggi in plastica, posizionando in una fascia agevolata quelle tipologie per le quali è stata dimostrata una filiera di selezione e riciclo già efficace e consolidata (fascia A e B1) o in fase di concreto consolidamento e sviluppo (fascia B1).

Le liste degli imballaggi sono state arricchite di nuove definizioni e precisazioni di carattere generale e nel contempo alcune tipologie di imballaggi sono state riallocate in fasce contributive differenti in funzione dei risultati degli approfondimenti svolti in merito alla loro selezionabilità e riciclabilità secondo le attuali tecnologie già sviluppate o in fase di consolidamento e sviluppo.

Tali modifiche, operative dal 1° gennaio 2020, sono il frutto anche del superamento di quel criterio di aggregazioni per flussi o tipologie adottato in fase di avvio della diversificazione. Di conseguenza le liste sono state così ridefinite, tenendo conto anche dell’aumento del valore medio del contributo ambientale per gli imballaggi in plastica, da 263 a 330 €/t:

  • FASCIA A – Imballaggi con una filiera industriale di selezione e riciclo efficace e consolidata, in prevalenza da circuito “Commercio & Industria”: 150,00 €/t 
  • FASCIA B1 – Imballaggi con una filiera industriale di selezione e riciclo efficace e consolidata, in prevalenza da circuito “Domestico”: 208,00 €/t
  • FASCIA B2 – Imballaggi con una filiera industriale di selezione e riciclo in fase di consolidamento e sviluppo – da circuito “Domestico” e/o “Commercio & Industria”: 436,00 €/t
  • FASCIA C – Imballaggi con attività sperimentali di selezione/riciclo in corso o non selezionabili/riciclabili allo stato delle tecnologie attuali: 546,00 €/t

La nuova lista degli imballaggi aggiornata per l’anno 2020 è allegata alla presente nota.

Allegato

imballaggi in plastica fasce contributive-1.pdf


12 dicembre 2019

Condividi