Incentivi per investimenti per rinnovo mezzi autotrasporto per imprese iscritte al REN ed all’Albo autotrasportatori per l’anno 2021-2022 – Decreto MIMS 18 novembre 2021

Logistica, infrastrutture e trasporti

Sulla G.U. n. 297 del 15 dicembre 2021 è stato pubblicato il Decreto MIMS 18 novembre 2021 relativo agli incentivi per il rinnovo degli automezzi per il settore autotrasporto.

Il decreto ricalca le misure degli scorsi anni - ad eccezione della misura per l’acquisto di casse mobili e rimorchio portacasse, che non è stata riproposta - e prevede incentivi pari a
50 milioni di euro per gli anni 2021 e 2022 (25 milioni per anno) per le seguenti tipologie di acquisto:

  • l’acquisto di veicoli a nuova motorizzazione (LNG, CNG, ibrido, elettrico);
  • la rottamazione di veicoli a motore diesel con contestuale acquisto di veicoli EuroVI;
  • l’acquisto di rimorchi/semirimorchi per il trasporto combinato ferroviario e marittimo.

Il decreto è entrato in vigore il giorno stesso della pubblicazione in GU, quindi il 15 dicembre 2021; gli investimenti sono pertanto finanziabili se avviati dalla data odierna ed ultimati entro la data che sarà indicata dal decreto di attuazione, una volta emanato e pubblicato su Gazzetta ufficiale.

Al fine di semplificare la lettura del decreto, è stata predisposta una tabella – allegata - contenente la ripartizione degli importi per le singole misure e per singole tipologie di investimento, a confronto con gli importi previsti dal “decreto incentivi investimenti ad elevata sostenibilità per veicoli autotrasporto”, che sarà trattato con circolare a parte, una volta pubblicato in G.U.

Il decreto prevede in particolare:

  • l’importo massimo ammissibile dei contributi è stabilito in 550.000 euro per singola impresa;
  • il contributo non è cumulabile con altri contributi pubblici per le medesime tipologie di investimento ed i medesimi costi ammissibili;
  • i beni acquisiti non possono essere alienati, locati, noleggiati entro il triennio decorrente dalla data di erogazione del contributo, pena la revoca del contributo;
  • i veicoli rottamati devono essere stati detenuti in proprietà o altro titolo da almeno 1 anno antecedente l’entrata in vigore del decreto, cioè il 15 dicembre 2021;
  • le acquisizioni anche mediante locazione finanziaria di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica devono essere rispondenti rispettivamente alla normativa UIC per il trasporto combinato ferroviario e dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, ovvero rimorchi e semirimorchi conformi contemporaneamente alle normative UIC e IMO; gli stessi devono essere muniti di almeno un dispositivo innovativo;
  • la prenotazione dell’incentivo avviene tramite presentazione della domanda sul portale, corredata dal contratto di acquisizione dei veicoli;
  • una maggiorazione del contributo pari a 1.000 euro è riconosciuto nel caso in cui l’acquisto di veicoli LNG avvenga con la contestuale rottamazione di un veicolo di classe inferiore a EuroVI;
  • una maggiorazione del 10% dei contributi è riconosciuta alle PMI che ne facciano richiesta.

Alleghiamo il testo del decreto MIMS e il prospetto contenente la ripartizione degli importi per le singole misure e per singole tipologie di investimento.

L’Ufficio Economico della scrivente resta a disposizione per ogni eventuale chiarimento necessario.

Decreto MIMS 18 novembre 2021.pdf

Prospetto Decreto rinnovo veicoli.pdf


17 dicembre 2021

Condividi