Analisi congiunturale 3° trimestre 2019

Ufficio studi e ricerche

Informiamo le Aziende associate che, nell’ambito della collaborazione con Confindustria Piemonte, la scrivente Unione ha elaborato i dati, provenienti dalle aziende stesse, relativi all’Analisi Congiunturale per il 3° trimestre 2019, e da essa emergono alcuni segnali di debolezza: decrescono infatti rispetto all’ultima rilevazione gli indicatori di occupazione, produzione, ordinativi totali, esportazioni e redditività, mentre si mantiene sui livelli dello scorso trimestre la cassa integrazione.

Il saldo ottimisti-pessimisti relativo alla variabile occupazionale, pur rimanendo in territorio positivo, fa registrare un rilevante calo, passando da +16 a +3 (meno della metà rispetto al valore registrato a livello regionale, +7,9): il 18,2% delle aziende interpellate (a fronte del 24% del secondo trimestre 2019) dichiara di voler procedere ad assunzioni, e due aziende su tre manterranno la propria forza lavoro. Si mantiene sui livelli registrati nel precedente trimestre il dato relativo alla cassa integrazione guadagni: il 12,1% del trimestre giugno-settembre è sostanzialmente lo stesso valore registrato nella precedente rilevazione, ancora lievemente superiore al dato piemontese – pari all’8,8%.

Torna a calare il valore relativo alla produzione industriale, che passa dal +16 registrato nel secondo trimestre 2019 al +6,1 del terzo 2019 (in questo caso, il valore è più del doppio rispetto a quello regionale, pari a +2,8): il 27,3% delle aziende interpellate (a fronte del 24% nella rilevazione del secondo trimestre 2019) aumenterà la capacità produttiva aziendale, mentre circa la metà del campione prevede di mantenere una produzione sui livelli del trimestre precedente.

Peggiorano anche le indicazioni relative agli ordinativi: il dato relativo agli ordinativi totali torna negativo dopo un trimestre (passando dal +8 registrato ad aprile-giugno 2019 a -3,1 di luglio-settembre 2019), mentre quello inerente gli ordinativi dall’estero fa registrare un saldo negativo dopo tre rilevazioni pari a zero (in Piemonte il dato risulta in calo per entrambi gli indicatori, facendo registrare valori pari rispettivamente a +1,3 e a -0,5).  

Peggiora inoltre anche il dato relativo alla redditività delle aziende intervistate: infatti, nel terzo trimestre 2019 il saldo ottimisti-pessimisti è previsto negativo a -15,1 (era nullo nel secondo trimestre 2019 ed è -3,2 il dato registrato a livello regionale); in dettaglio, il 9,1% degli interpellati prevede un miglioramento della propria redditività, che rimarrà invariata per il 66,7% delle aziende interpellate.

Per quel che concerne infine il dato relativo alla propensione ad investire da parte delle aziende dell’Unione Industriale del VCO, segnaliamo che il 66,7% delle aziende interpellate (circa 2 punti in più rispetto alla scorsa rilevazione) dichiara di prevedere investimenti per il terzo trimestre 2019: il numero di aziende che prevede di effettuare investimenti significativi rimane sostanzialmente invariato rispetto ai livelli registrati nello scorso trimestre (21,2% a fronte del 24% del trimestre aprile-giugno 2019).

Passando all’analisi dei dati a consuntivo relativi al secondo trimestre 2019, diminuisce lievemente il dato relativo al grado di utilizzo degli impianti, che passa dal 78,1% di gennaio-marzo 2019 al 77,2% di aprile-giugno 2019 (in linea con il dato registrato a livello regionale); invariato invece il dato relativo al carnet ordini, poiché la percentuale di aziende che dichiara ordinativi superiori ai 3 mesi si mantiene sui livelli della scorsa rilevazione (circa il 30% delle aziende interpellate).

Diminuiscono rispetto ai livelli della scorsa rilevazione i tempi di pagamento medi nel caso di rapporti tra privati (circa 76 giorni, 3 giorni in meno rispetto a quanto registrato nello scorso trimestre), mentre aumentano nel caso di clientela rappresentata da enti pubblici, passando da 103 a 110 giorni.

Infine, cala leggermente il numero di aziende che lamenta ritardi negli incassi, passando dal 32% registrato nel primo trimestre 2019 al 30,3% del secondo trimestre 2019.

Le Aziende che volessero prendere visione dei risultati dell’Analisi Congiunturale relativa al 3° trimestre 2019 e di quelli riguardanti l’ultimo decennio (dati di trend) possono richiedere copia di tali documenti all’Ufficio Economico della scrivente.


19 luglio 2019

Condividi